Project Description

Camerino, Pinacoteca civica, Maestro dell’Annunciazione di Spermento (Giovanni Angelo d’Antonio?): Madonna in trono con il bambino fra i santi Nicola da Tolentino e Antonio Abate, 1449, affresco strappato, cm 250×252

Le coordinate stilistiche di questo affresco trovano piena corrispondenza nella vicenda biografica di Giovanni Angelo d’Antonio e possono confermare la sua identificazione con il Maestro dell’Annunciazione di Spermento. Le opere da cui l’affresco dipende stilisticamente erano già eseguite o in lavorazione negli anni quaranta del Quattrocento, nello stesso periodo in cui Giovanni è documentato a Firenze, come attestano le lettere conservate presso il fondo mediceo avanti il principato dell’archivio di stato fiorentino. Non è dunque sorprendente che il pittore inserito in tale prestigioso ambiente ammirasse i dipinti dei pittori prediletti dai Medici: Domenico Veneziano, Beato Angelico e Filippo Lippi. Il dipinto deve essere considerato il frutto, realizzato al ritorno in patria, delle esperienze maturate a Firenze negli anni quaranta nell’ambito di quella tendenza artistica che è stata chiamata della “pittura di luce”, alla quale Giovanni soprattutto in quest’opera mostra di appartenere a pieno titolo.
(cit., scheda museale)